Fermo, Altidona, Belmonte Piceno, Campofilone, Falerone, Francavilla D'Ete, Grottazzolina, Lapedona, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Monsanpietro Morico, Montappone, Monte Giberto, Monte San Pietrangeli, Monte Vidon Combatte, Monte Vidon Corrado, Montegiorgio, Montegranaro, Monteleone di Fermo, Monterinaldo, Monterubbiano, Montottone, Moresco, Ortezzano, Pedaso, Petritoli, Ponzano di Fermo, Porto San Giorgio, Rapagnano, Sevigliano, Torre San Patrizio

phone-call+39 0734.603167

news ed eventi

18/12/2017
AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER AVVIO DI TIROCINI FORMATIVI DELLE PERSONE CON DISABILITA'
Foto Articolo News

La Regione Marche, attraverso il presente avviso, intende perseguire obiettivi strategici per favorire la stabilità dell'occupazione delle persone con disabilità ed eventuali nuove assunzioni delle stesse.

Tipologie d’intervento


Le tipologie d’intervento previste dal presente Avviso sono azioni positive a sostegno dell’occupazione di persone con disabilità, regolarmente iscritte presso i C.I. (Centri Impiego) della Regione Marche ai sensi della Legge 12 marzo 1999 n. 68 e s.m.i., art 1, quali:
A. attivazione di Tirocini formativi, finalizzati all’assunzione;
A.1. incentivi all’assunzione;
B. adeguamento della postazione di lavoro;
C. trasformazione a tempo indeterminato di contratti a tempo determinato già in essere.


A. Tirocini formativi

Il tirocinio previsto dal presente Avviso, che consente al soggetto ospitante, di assolvere
temporaneamente all’obbligo di assunzione previsto dalla L.68/99, articolo 3, dovrà avere una durata compresa tra un minimo di quattro e un massimo di sei mesi.
Periodi superiori, in ogni caso fino ad un massimo di dodici mesi, devono essere espressamente richiesti e motivati nell’ambito della domanda di partecipazione al presente Avviso e saranno formalmente autorizzati con il provvedimento di eventuale ammissione alle provvidenze previste.
L’orario massimo giornaliero del tirocinio non potrà superare quello previsto dal CCNL di riferimento e dovrà risultare compatibile, con le residue capacità lavorative della/e persona/e con disabilità, tenendo presente i contenuti formativi collegati all’esperienza di tirocinio.
L’orario del tirocinio tiene conto anche delle finalità del soggetto ospitante; pertanto:

  • qualora il tirocinio è attivato per assolvere all’obbligo di cui alla L. n. 68/99, l’orario minimo settimanale dovrà essere superiore alla percentuale pari allo 0,50 dell’orario contrattualmente previsto, ad eccezione delle imprese o cooperative sociali di tipo “b”, con un numero di dipendenti compresi tra i 15 e i 35, qualora ospitino tirocinanti con disabilità superiore al 50%;
  • qualora il tirocinio è attivato in assenza dell’obbligo di cui alla L. n. 68/99 l’orario giornaliero non potrà essere inferiore a quattro ore.

Per accedere alle provvidenze previste dal presente Avviso il tirocinio dovrà rispondere anche alle seguenti caratteristiche:

a. essere attivato e realizzato presso un’unità operativa ubicata nel territorio della regione Marche;

b. coinvolgere un tirocinante che non abbia rapporti di parentela o affinità con il legale rappresentante del soggetto ospitante e che, in precedenza non abbia avuto alcun rapporto di lavoro né con il soggetto ospitante né con altra realtà produttiva che presenti assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con il soggetto ospitante o risulti, con questa, in rapporto di collegamento o controllo, ai sensi dell’art. 2359 c.c.;

c. essere concordato con il C.I. di riferimento del soggetto ospitante che, in qualità di soggetto promotore, dovrà condividere il progetto formativo del tirocinio stesso e mettere a disposizione un tutor didattico - organizzativo, individuato tra gli operatori del Centro in conformità alle disposizioni di riferimento;

d. essere attuato sulla base di un progetto formativo e disciplinato dalla prevista convenzione;

e. essere seguito da un tutor interno, individuato dal legale rappresentante del soggetto ospitante, al fine di supportare il tirocinante nel percorso formativo previsto dal progetto. Qualora il soggetto ospitante preveda di far seguire il tirocinante da più di un tutor interno dovrà darne comunicazione illustrando anche le motivazioni che ne determinano la necessità. Si ricorda che, al momento, ciascun tutor interno può seguire contemporaneamente:
- 1 tirocinante, in presenza di un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra zero e cinque;
- 2 tirocinanti, in presenza di un numero di dipendenti a tempo indeterminato compreso tra sei e venti;
- 3 tirocinanti, in presenza di un numero di dipendenti a tempo indeterminato pari o superiore a 21 dipendenti.
Il tutor interno e il tutor didattico organizzativo collaborano al fine di garantire il perseguimento degli obiettivi previsti dal progetto formativo;

f. iniziare dopo la prevista comunicazione obbligatoria.

Ulteriori requisiti per accedere alle provvidenze previste dal presente Avviso sono:

  •  stipulare della prevista convenzione entro i 30 giorni successivi al ricevimento della comunicazione di ammissione alle provvidenze previste dal presente Avviso;
  •  avviare il tirocinio non oltre i 15 giorni successivi la stipula della Convenzione.

Il tirocinio si considera regolarmente svolto se il tirocinante realizza almeno il 75% del monte ore previsto dal progetto formativo.

A.1. Incentivi all’Assunzione
Si tratta di un contributo, concesso a titolo di inventivo, qualora al termine del tirocinio,
regolarmente svolto, il soggetto ospitante provveda all’assunzione del tirocinante.
Pertanto, l’accesso a questa tipologia di intervento è correlata solamente all’intervento (tirocinio) descritto al punto precedente.
L’assunzione della persona/e con disabilità che ha svolto il tirocinio può avvenire, full time o part time, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, anche in apprendistato professionalizzante, o a tempo determinato per un periodo non inferiore a 24 mesi.
Qualora il contratto di lavoro sia part-time e venga stipulato a copertura della quota di riserva di cui alla L. n. 68/99, l’orario di lavoro dovrà essere superiore alla frazione percentuale dello 0,50 di quello previsto dal CCNL di riferimento1. Per il contratto di apprendistato professionalizzante part time si rinvia ai CCNL applicati dall’impresa/cooperativa sociale di tipo “b” per l’orario part time.
Il legale rappresentante del soggetto ospitante, tramite PEC, dà comunicazione, al C.I. di
competenza, del termine del tirocinio entro quindici giorni dalla conclusione dello stesso, per esprimere la propria volontà di assumere, o non assumere, il tirocinante. L’eventuale mancata assunzione dovrà essere debitamente motivata.
Tutte le assunzioni sono comunicate, ai sensi delle normative vigenti, tramite il sistema delle
comunicazioni obbligatorie. Lo stato di occupazione sarà verificato d’ufficio dall’Amministrazione
regionale tramite i C.I., mediante consultazione dell’Archivio delle comunicazioni obbligatorie presenti nel sistema informativo regionale CO.Marche.
In caso di assunzione con contratto di lavoro a tempo indeterminato o con contratto di
apprendistato professionalizzante con persone con disabilità aventi una percentuale di invalidità pari o superiore al 67%, il datore di lavoro beneficerà del solo contributo, se richiesto, a valere sul Fondo Nazionale Disabili erogato dall’INPS.
L’ammissione di nuovi soci lavoratori con disabilità nell’ambito di cooperative sociali di tipo “b” è
assimilata, a parità di caratteristiche della prestazione lavorativa, all’assunzione di lavoratori subordinati.

 

B. Adeguamento della Postazione di Lavoro
Questa tipologia di intervento può essere ammessa alle provvidenze del presente Avviso solamente se proposta unitamente all’intervento di cui al precedente punto A e prevede il riconoscimento di un contributo forfetario, a favore del soggetto ospitante o datore di lavoro a sostegno delle spese sostenute per l’adeguamento del posto di lavoro al fine di rimuovere gli ostacoli all’inserimento lavorativo.
Gli interventi ammissibili in tale ambito sono di tipo “non strutturale”. A titolo esemplificativo, si
riconducono a:

  •  strumenti quali ausili o dispositivi a supporto dei deficit sensoriali o motori;
  •  strumenti di interfaccia macchina-utente;
  •  adeguamenti di arredi facenti parte della postazione di lavoro;
  •  ausili e dispositivi tecnologici, informativi o di automazione funzionali, ivi compresi i comandi speciali e gli adattamenti di veicoli costituenti strumento di lavoro.

Gli arredi e le attrezzature di lavoro, inclusi i veicoli costituenti strumento di lavoro, devono risultare acquisiti dal soggetto ospitante o dal datore di lavoro, a titolo di proprietà.
Le spese di adeguamento sono ammissibili alle provvidenze previste dal presente Avviso solamente se sostenute in un periodo compreso tra la data di avvio del tirocinio e:
- la data di conclusione del tirocinio stesso,
- il 24^ mese successivo all’assunzione.


C. Trasformazione a tempo indeterminato di contratti in essere a tempo determinato.


Questa tipologia di intervento prevede il sostegno alle imprese o alle cooperative sociali di tipo “b” per favorire la trasformazione del contratto di lavoro a tempo determinato, già in essere alla data di presentazione della domanda di ammissione alle provvidenze previste dal presente Avviso, in contratto di lavoro a tempo indeterminato, full time o part time, rivolta a persone con disabilità inserite ai sensi della L. n. 68/99.
L’orario di lavoro settimanale possibile è quello descritto al precedente punto A.
Il sostegno all’assunzione è condizionato al mantenimento del contratto di lavoro per almeno i 24 mesi successivi alla data della trasformazione contrattuale.


 Richiedenti


Sono legittimati a presentare la domanda di accesso alle provvidenze previste dal presente Avviso:

  • Micro, Piccole e Medie Imprese private, come definite dalla Raccomandazione della Commissione del 6 maggio 2003 (2003/361/CE); tali definizioni, peraltro, risultano confermate nell’Allegato 1 del Reg. UE n. 651/2014;
  • Cooperative sociali di inserimento lavorativo di tipo “b”, come definite dalla Legge 8 novembre 1991, n. 381 “Disciplina delle cooperative sociali” e dalla L.R. 18 dicembre 2001, n. 34 e s.m.i. “Promozione e sviluppo della cooperazione sociale”, iscritte all'albo regionale delle cooperative sociali.

Naturalmente, possono partecipare al presente Avviso e beneficiare delle provvidenze previste anche i soggetti sopra individuati che non risultano assoggettati agli obblighi di assunzione di cui alla L. 68/99.


Requisiti essenziali per presentare la domanda

 

Il richiedente, affinché la sua domanda possa essere valutata ammissibile, deve risultare in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere la regolarità contributiva. La verifica di tale requisito verrà effettuata dal funzionario istruttore attraverso la richiesta del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva di cui al Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 84785 del 30/01/2015, così come modificato e integrato dal Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 23/02/2016). Tale verifica verrà effettuata sia in corso di istruttoria, che in fase di erogazione, delle provvidenze eventualmente concesse;
  • essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza dei luoghi di lavoro;
  • operare nell’ambito dei settori produttivi rientranti nel campo di applicazione (art.1) del Reg.(UE) n. 1407/2013 (aiuti in de minimis);
  • non aver effettuato licenziamenti, fatti salvi quelli per giusta causa e per giustificato motivo soggettivo, e fatti salvi specifici accordi sindacali con le organizzazioni territoriali più rappresentative, nei dodici mesi precedenti l’attivazione del tirocinio, ovvero non avere procedure di ammortizzatori sociali in corso per attività equivalenti a quelle del tirocinio, nella medesima unità;
  • impegnarsi, nel caso in cui la richiesta sia finalizzata anche alle provvidenze per l’assunzione o per la trasformazione del contratto di lavoro, a mantenerlo per almeno ventiquattro mesi, fatti salvi i casi di dimissioni volontarie.

Ciascun richiedente può presentare una sola domanda di partecipazione al presente Avviso con
riferimento alle tipologie di intervento previste alle lettere A e B.
Per l’intervento C, fermo restando l’entità massima del contributo concedibile, ciascun richiedente può presentare la domanda per la trasformazione a tempo indeterminato di più di un contratto in essere a tempo determinato.

 

 Destinatari


Destinatari del presente Avviso sono le persone con disabilità di cui alla L.68/99, art.1, inserite nel mondo del lavoro attraverso gli interventi previsti dal presente Avviso.


 Beneficiari


Beneficiari del presente Avviso sono i soggetti richiedenti ai quali vengono concesse le provvidenze previste dal presente Avviso.

 

Termini e modalità di presentazione della domanda


La domanda, come da allegato A1 da predisporre su carta intestata del richiedente, a pena di non ricevibilità, deve essere presentata:

  •  entro e non oltre il 19/02/2018;
  •  in bollo, secondo l’imposta vigente (€ 16,00), fatti salvi i casi di esenzione previsti dalle norme in vigore da specificare nella domanda;
  • compilata in modo completo, utilizzando esclusivamente lo schema (Allegato A.1) allegato al presente Avviso, scaricabile dal sito: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Lavoro-e-Formazione- Professionale/Collocamento-Mirato;
  • sottoscritta con firma digitale dal legale rappresentante del soggetto richiedente; qualora venisse sottoscritta in forma autografa va trasmessa in forma scansionata unitamente alla copia fotostatica di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore;
  • spedita esclusivamente a mezzo P.E.C., all’indirizzo: regione.marche.pf_istruzione@emarche.it, il cui oggetto dovrà riportare la seguente dicitura: ”L.R. 2/05 - art. 26 Fondo Regionale per l’occupazione dei disabili-Domanda di ammissione al contributo -Avviso pubblico di cui al D.D.P.F. n …………….…..del………/…..…/2017.”;
  • corredata da tutti i seguenti Allegati, scaricabili dal sito http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Lavoro-e-Formazione-Professionale/Collocamento-Mirato:

- A.2 Modulo di “Progetto relativo all’intervento che si intende realizzare”
- A.3 Modulo per la” Dichiarazione sul rispetto degli aiuti di stato in regime di “de minimis”
- A. 3 bis. Modulo per la “Dichiarazione sul rispetto degli aiuti di stato in regime di de minimis” (da compilarsi da parte dell’impresa/cooperativa controllante o controllata, qualora n ricorra la
condizione.).

Per chierificazioni e informazioni, è possibile contattare:

 

 

 

  • Servizio Inserimenti Lavorativi (SIL) presso l'ATS XIX telefonicamente al numero 0734.603167

 

Si può inoltre scaricare:

AVVISO PUBBLICO

ALLEGATO A1 A2 A3 A3.bis

 

 

torna all'archivio delle news
HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.138 secondi - Powered by Simplit CMS