Fermo, Altidona, Belmonte Piceno, Campofilone, Falerone, Francavilla D'Ete, Grottazzolina, Lapedona, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Monsanpietro Morico, Montappone, Monte Giberto, Monte San Pietrangeli, Monte Vidon Combatte, Monte Vidon Corrado, Montegiorgio, Montegranaro, Monteleone di Fermo, Monterinaldo, Monterubbiano, Montottone, Moresco, Ortezzano, Pedaso, Petritoli, Ponzano di Fermo, Porto San Giorgio, Rapagnano, Sevigliano, Torre San Patrizio

phone-call+39 0734.603167

news ed eventi

09/10/2017
AVVISO PUBBLICO - INTERVENTI A FAVORE DI ALUNNI CON DISABILITA' SENSORIALE PER L'ANNO SCOLASTICO 2017/2018
Foto Articolo News

IINTERVENTI A FAVORE DI ALUNNI

CON DISABILITÀ SENSORIALE

PER L’ANNO SCOLASTICO 2017/2018.

DGR N. 1106/2017

 

INFORMATIVA

DGR N. 1106/2017 - TEMPI E MODALITA’ PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI SOCIO - ASSISTENZIALI A FAVORE DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ SENSORIALE PER L’ANNO SCOLASTICO 2017/2018.

Con la deliberazione n. 1106 del 25.09.2017 sono stati approvati i criteri per l’attuazione degli interventi socio assistenziali a favore degli alunni con disabilità sensoriale per l’anno scolastico 2017/2018 nonché i criteri di riparto delle risorse da trasferire agli Ambiti Territoriali Sociali.

 

Con il presente atto vengono di seguito individuate le procedure amministrative da porre in essere da parte dell’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale per l’accoglimento delle domande di contributo e delle rendicontazioni di spesa che verranno presentate dai destinatari degli interventi nonché i tempi e le modalità per la rendicontazione da parte degli Enti capofila degli ATS da trasmettere alla Regione Marche – Servizio Politiche Sociali e Sport a conclusione dell’anno scolastico 2017/2018.

 

A) TEMPI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO E DELLE RENDICONTAZIONI DI SPESA DA PARTE DEI DESTINATARI DEGLI INTERVENTI

 

Gli interventi previsti dalla DGR n. 1106/2017 posti in essere dall’Ente capofila degli ATS a favore degli alunni con disabilità sensoriale sono i seguenti:

 

  1. assistenza all’autonomia e alla comunicazione

  2. sussidi e supporti all’autonomia

  3. adattamento testi scolastici

  4. frequenza di scuole o corsi presso istituti specializzati

 

 

A.1) DOMANDA DI CONTRIBUTO DA INOLTRARE DA PARTE DELLE FAMIGLIE ALL’ENTE CAPOFILA DELL’AMBITO TERRITORIALE SOCIALE

 

Le famiglie devono inoltrare all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, entro il 30 ottobre 2017, a mezzo posta con raccomandata A/R o a mezzo PEC, la domanda di contributo per l’attivazione degli interventi di cui alle lett. a), b) e c) utilizzando il modello di cui all’Allegato “B” del presente decreto con allegata la documentazione ivi richiesta. A seguito dell’istruttoria l’ufficio preposto all’accoglimento delle domande ne stabilisce l’ammissibilità; ciò costituisce titolo per accedere al contributo relativo all’assistenza all’autonomia e alla comunicazione e/o ai sussidi e supporti all’autonomia e/o all’adattamento dei testi scolastici.

 

Per quanto riguarda gli interventi di cui alla lett.b) l’’utente deve presentare, inoltre, il preventivo del sussidio o del supporto all’autonomia che si intende acquistare utilizzando l’Allegato “C”. L’Ufficio valuta il preventivo e autorizza/non autorizza l’acquisto nel rispetto delle disposizioni previste nell’allegato “A” della DGR n. 1106/2017; solo a seguito dell’autorizzazione l’utente potrà procedere all’acquisto ed ottenere successivamente il rimborso.

 

Anche per quanto riguarda l’adattamento dei testi scolastici, l’ATS valuta, oltre alla domanda presentata, il preventivo di spesa e successivamente procede, con esplicita nota, ad autorizzare/non autorizzare l’aquisto dei testi adattati nel rispetto di quanto inicatodalla DGR
n. 1106/2017. Il beneficiario non appena ricevuta la fattura da parte del soggetto scelto per l’adattamento dei testi provvede a trasmetterne copia all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale. L’ATS, quindi, liquida al beneficiario un acconto pari al 70% (100% nel caso di un ISEE inferiore ad€ 10.632,94) dell’importo della fattura qualora tale importo sia pari o inferiore all’importo autorizzato. Nel caso in cui l’importo della fattura risultasse superiore all’importo autorizzato dall’ATS, il 70% (100% nel caso di un ISEE inferiore ad € 10.632,94) deve essere comunque calcolato sull’importo autorizzato.La famiglia ricevuto l’acconto provvede entro i successivi 15 giorni al pagamento della fattura contribuendo per la restante somma del 30%.

 

Per la frequenza di scuole o corsi presso istituti specializzati di cui alla lett. d) gli interessati devono presentare domanda all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, a mezzo posta con raccomandata A/R o a mezzo PEC, utilizzandoil modello di cui all’Allegato “B1”del presente decreto con allegata la documentazione ivi richiesta. A seguito dell’istruttoria l’ufficio preposto all’accoglimento delle domande ne stabilisce l’ammissibilità ed autorizza l’intervento; ciò costituisce titolo per accedere al rimborso del costo sostenuto per la retta.

 

A.2) RENDICONTAZIONE DELLE SPESE SOSTENUTE DA PARTE DELLE FAMGLIE DA INOLTRARE ALL’ENTE CAPOFILA DELL’AMBITO TERRITORIALE SOCIALE

 

Assistenza all’autonomia e alla comunicazione

Le famiglie, le cui domande siano state riconosciute ammissibili dall’ufficio preposto, ogni due mesi a partire dall’avvio dell’anno scolastico 2017/2018 devono presentare all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, a dimostrazione delle spese sostenute, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’Allegato “D” con allegata la documentazione ivi richiesta nonché l’Allegato “E” ed “F” redatti a cura dell’assistente all’autonomia e alla comunicazione incaricato.

 

Sussidi o supporti per l'autonomia

Le famiglie, le cui domande siano state riconosciute ammissibili dall’ufficio preposto, devono presentare all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, a dimostrazione delle spese sostenute, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà di cui all’Allegato “G” con allegata la documentazione ivi richiesta.

 

Adattamento dei testi scolastici

Ai fini del rimborso del restante 30% le famiglie devono, entro 10 giorni dall’avvenuto pagamento della fattura, presentare all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale la rendicontazione del costo complessivo del servizio utilizzando il modello di cui all’Allegato “H” con allegata la documentazione ivi richiesta. Il medesimo allegato viene utilizzato anche dalle famiglie che hanno ottenuto il 100% del contributo in anticipo quale dichiarazione dell’effettivo pagamento della fattura al soggetto scelto per l’adattamento dei testi.

 

Frequenza di scuole o corsi presso istituti specializzati

I destinatari dell’intervento, le cui domande siano state riconosciute ammissibili ed autorizzate dall’ufficio preposto, devono presentare all’Ente capofila dell’Ambito Territoriale Sociale idonea documentazione di spesa fiscalmente valida a dimostrazione delle spese sostenute per la retta.

 

Inoltre, si possono scaricare:

BANDO
ALLEGATO B
ALLEGATO B1
ALLEGATO C
ALLEGATO D
ALLEGATO E
ALLEGATO F
ALLEGATO G
ALLEGATO H

torna all'archivio delle news
HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.054 secondi - Powered by Simplit CMS